Loading

L’OCEANO NELLA GOCCIA (51) - Digambara


L’inizio della tua storia è sempre presente e quindi sempre accessibile. Ciò rende possibile il tuo Risveglio, l’uscita dal sogno iniziato dal movimento verso la vita che ti ha allontanato dalla tua completa e appagante immobilità e pace. La vita finora è stata una ricchissima avventura da cui sei stato irretito e distratto, lasciando sotto tutto questo rumore e movimento e cambiamento il silenzio, la totalità, la tranquillità più nutriente…

Il sogno non è stato un errore ma un atto di amore e di ricerca della vita per se stessa. Sognarsi vivere è inevitabile fino a che non trovi questo spazio completo ricco di assoluto silenzio, immobilità e benessere.

Risvegliarsi è un gesto d’amore e avviene solo quando sei pronto a dire grazie con tutto il cuore e la mente alla tua vita e andare, con coraggio e onestà, oltre alla realtà convenzionale.


******

Questa è una mappa pratica dove dovrebbe essere facile ritrovarti e prendere nuova consapevolezza sulla tua evoluzione e sugli ostacoli. Derivata dalla ricerca di D. Hawkins, è liberamente emersa con l’esperienza della Classe del Risveglio.



Sotto al livello 200 c’è l’inferno del mondo egoico “negativo” dominato dalla paura e dall’ignoranza di sé e del Sé. Lì torni talvolta anche se metti il tuo impegno a rimanere “sopra la riga” ovvero a essere guidato dalle polarità positive, in un territorio dove la Luce è il grande attrattore- nota a questo proposito l’inversione della linea di forza tendenziale che punta adesso verso l’alto (la Verità). Puoi esplorare per lunghissimo tempo quello che chiamo la “valle dell’ego positivo” (da 200 a 400) guidato dalle migliori intenzioni ma ancora sotto il potere delle polarità, degli opposti e quindi dell’illusione sistemica: La delusione e la ripetuta sconfitta sulla possibilità di migliorarti a poco a poco ma con determinazione ti spinge ad andare oltre alla tua visione della realtà e di te.

Con il Riconoscimento (dal livello 400) finalmente vedi attraverso l’ignoranza dell’illusione e i suoi meccanismi egoici, e tagli la radice che sostiene l’attrazione alla sofferenza, all’illusione, alla paura. Attraverso l’apertura del Cuore che porta l’integrazione energetica necessaria del pieno Risveglio e periodi prolungati di pace e leggerezza, la coscienza si prepara al salto nella Perfezione (600), il capitolo che vede il dislocamento di io/me come motore centrale della tua vita.

La mappa è intesa come un regalo della mente, gnostico, della Vera Conoscenza che scioglie ombre e sofferenza.

Ti auguro di risuonare, ritrovarti e poi di lasciare andare anche questa mappa, come una guida ormai risvegliata in te...

*****

Perfezione. Non solo non sei più al centro della tua vita ma la vita stessa viene incontrata in modo radicalmente nuovo. E’ già tutto qui, adesso…e va bene così. Il significato delle piccole cose immediate, vicine è enormemente arricchito… si completa il gesto, il momento, il respiro. La vita è così completa che non ha più bisogno, ai tuoi occhi, di reinventarsi forsennatamente come prima ma dolcemente… un fluire lento e silenzioso. Il fiume non si accorge quando è già mare…

Non più attenzione ossessiva a quello che ti succede, la sensazione precisa è che la tua stessa vita “non è far tuo”! E questo è enormemente rassicurante. La fiducia fondamentale che vibra nel corpo, sostiene questo momento ed è la forza che indirizza la vita. Da lontano osservi con simpatia e meraviglia la vita quando sembrava ancora tua..

Tutto, continuando a pulsare, si ferma…rimanendo viva e sempre nuova

Meraviglia.

“Questo posto il Paradiso di Loto, questo corpo il Buddha” (Rumi)

*****

Da Amore a Perfezione, il “tuo” ultimo capito. Imprevedibile, inaspettato, inevitabile…il salto da un mondo personale a un Realtà senza più distinzioni, senza più un ruolo attivo per te.

Amore ti vive come la forza che va verso e include l’opposto, esattamente dove fino a ieri eri bloccato dalla sofferenza e dalla paura egoica. Ma l’opposto, a livello personale,  rimane ancora percepito diverso, fuori di te, spesso lontano e separato, mantenuto da una tensione energetica che lo protegge e tiene tale. Amore vede questo bisogno di ricongiungersi, questa mancanza, questa frattura e risponde all’esclusione e alla separazione. E’ nella natura di Amore.

Perfezione è la dimensione essenziale che non vede esclusione e separazione, vede anzi che non manca nulla, mai,  e che non c’è niente “da fare” oltre che celebrare la completezza, saggezza e luminosità di ciò che è . Tutto ciò che è –è e non può essere diversamente. Non c’è nulla da integrare, non c’è cammino da compiere, non c’è arresa che ti aspetta. L’illusione, la forza che distorce ciò che è e che è parte della capacità della mente di creare, comprendere e percepire la realtà, semplicemente non funziona per te. Accettazione Incondizionata, qualità che  rimaneva  irraggiungibile fino a che ci sei tu di mezzo è parte ovvia e permanente della forza che agisce tutto.

Non c’è più nulla di personale, la tua rimane una presenza preziosa ma invisibile… Rimani rilassato e fatti guidare dalla Presenza. Attorno, per la tua mente, è un mondo strano fatto di Buddha profondamente dormienti ma meravigliosamente e inevitabilmente, impeccabilmente, così.

Se ti risuona diventa possibile anche per te.

*****

Questa vita può finire meravigliosamente prima di terminare. La Liberazione è una prospettiva concreta non più un mito rimandato a “un mondo migliore”. Domina l’immobilità della Presenza. Domina la pace completa e rilassata, indifferente ma sempre accogliente e eternamente “paziente”. Il senso di vuoto diventa completezza, unione, impeccabilità. L’esistenza è Perfezione. Ormai la tua mente ha smesso di cercare per te (sé) continue compensazioni e rassicurazioni. Ormai la tua ricerca e il tuo cammino sono terminati.: l’’oceano ti ha raggiunto e si è unito alla tua goccia. Non più separazione, non più. Non più tempo che passa, mente che lotta. Non più

Risuona con questo, libera il tuo risveglio, ben oltre i confini e comprensioni che ti sei dato, ben oltre il senso di questa tua vita

Grazie.

*****

C’è disordine finchè non riconosciamo l’Intelligenza profonda che lo regge e lo rende possibile.

C’è sofferenza finchè non riconosciamo l’Amore che lo spinge e lo accoglie

C’è ignoranza finchè non scopriamo che è guidata dalla Consapevolezza che cosi esplora e si moltiplica

Il mondo apparente rimane così finchè non scopriamo la realtà essenziale fatta di Verità in azione, Coscienza in azione, Amore in Azione,

*****

Ed eccoci al salto più rilevante nella tua consapevolezza, quello che prepara la liberazione completa dalla identificazione con il tuo personaggio..

Quando hai stabilizzato la Chiara Visione e la Presenza rimane dominante, quanto io/me riaffiora solo perchè funzionale agli scambi con gli altri nel tuo mondo relazionale, quando il Vuoto assorbe la tua mente e la tiene finalmente tranquilla e silenziosa….e in esso si sciolgono le antiche paure e meccanismi inconsapevoli delle tue antiche rigidità e pesantezze..

Quando il Cuore agisce sempre a ricomporre, integrare, unire e rappacificare portando leggerezza, umorismo, bellezza e colori nella pienezza della vita vissuta…quando anche il dolore antico è stato liberato, accolto e trasformato...e tutto ha i mille sapori e volti di Amore

Allora tutto è completo ed è Perfezione. La Sua Volontà è la tua volontà, sempre. Domina l’evidenza del campo unitario e pulsante, al di là di forma e nomi…Impeccabile emerge il prossimo passo e pensiero, e il prossimo, e il prossimo….

Risuona, è il tuo destino finale

******

La consapevolezza fa un balzo con l’arrivo del Risveglio.

Alimentare la coscienza “individuale” sottrae energia alla totalità della realtà che ne viene coperta come da un velo. II Velo di Maya crea una completa e costante distorsione della realtà -  questo mondo  illusorio che i tuoi occhi pensano di vedere e la tua mente di capire con io/me al centro, un meccanismo che si alimenta e diventa autoreferente. Anche la consapevolezza che cresce in questo incubo aumenta la percezione di sofferenza, frustrazione e isolamento.

Avrai già notato invece che quando la coscienza smette di essere “individuale”, anche se soltanto per un flash fragile, la realtà si trasforma davanti ai tuoi occhi e nei tuoi sensi che sembrano fusi con la percezione esatta di vivere in presa diretta, non su una mappa mentale. La mente stessa è piena di questa luce e smette il suo incessante commentario.

Sei immerso in un mondo dominato da una bellezza estatica come se fosse il primo giorno della Creazione. Tutto è vergine, nuovo , immacolato, vivo, pulsante luce e brillantezza, impossibile da non amare e da non sentirsi amato. Noterai che non esiste alcuna percezione di separazione ma di essere totalmente immerso e uno con il Tutto. Il Vuoto si espande mentre scompari.

“Quando mi sono risvegliato, tutto il Mondo era risvegliato” (Il Buddha)

*****

Il passato che prima non ti mollava come le fauci di un leone adesso è diventato un gattino che gioca la vita. Vivere è Verità.

L’integrazione che prima ti fronteggiava come una montagna invincibile adesso è una collina camminata dalla vita. Vivere è Bellezza.

Il Cuore ha imparato e terminato le sue battaglie e si ritrova tra amici con la tua stessa faccia e su tutto è luce, luce, luce. Vivere è Luce

*****

In attesa-senza-attesa dei prossimi regali  della tua consapevolezza, in cui   la realtà si mostrerà con  vesti ancora più luminose, lascia che la tua mente esplori la sua natura di quiete .. In rilassatezza, i pensieri rallentano e il presente prende spessore, bellezza e significato. Lascia che il presente diventi Presenza, lasciando andare qualunque idea che ancora hai di te stesso.

Lascia che il presente diventi Presenza e qui rimani, immobile, in pace, consapevole e grato nel cuore

*****

Vivere in Presenza significa non creare karma, conseguenze che rinforzano la centralità di io/me, della tua storia, e che rimangono anche molto dopo che la causa diretta è svanita . Avrai però osservato che, pur avendo già  “riconosciuto” e esperimentando con sempre più naturalezza lo spazio di Presenza, improvvisamente cadi di nuovo preda dei meccanismi egoici. Cosa che avviene meno frequentemente e per periodi molto più brevi ma spesso con ancora maggiore virulenza.

Ciò avviene proprio per la forza della tua consapevolezza presente, del tuo Riconoscimento, che è una luce potente che illumina e così  “riporta a galla” la carica energetica che alimenta e difende tutte le storie della tua mente, soprattutto l’idea profonda di carenza, mancanza, incapacità, inutilità che da bambino hai provato e rimosso nel tuo inconscio.

Ricorda, chi sei veramente non è influenzato  da nulla che apparentemente succede..Le tue storie svaniscono all’istante se lasci scaricare questa energia con l’aiuto del cuore che passerà e trasmuterà le vecchie sofferenze per l’ultima volta.

*****

Fino a che la vita è un fatto personale tuo e io/me al centro di essa vivrai  in una continuo spostarsi e alternanza da una polarità all’altra, da un estremo all’altro anche se apparentemente ti sblocchi e ti sforzi di equilibrarti. Così funziona l’ego, sempre alla ricerca di una integrazione che esso stesso rende impossibile e illusorio.

Anche se sei guidato da qualità egoiche “positive” come coraggio, fiducia, rispetto , speranza, disponibilità troverai un’alternanza esasperante di gioia e poi dolore, di bellezza e poi delusione, di pienezza e poi solitudine.

Dal mondo delle polarità, degli opposti, si esce quando avviene l’integrazione energetica dentro di te e quando la visione si illumina Riconoscimento di chi siamo veramente

Non c’è nulla di più pieno, pacifico e stabile del Vuoto : il Riconoscimento riesce finalmente a rendertelo amico, anzi a portati via la centralità di te stesso e stabilizzarti in una pace senza fondo né condizioni ovviamente se accompagnato da un cuore aperto e onesto.

*****

In quali condizioni la Presenza rimane dominante? La qualità più importante tua e di chi hai davanti è l’apertura del cuore che, se vissuto all’interno della Presenza silenziosa, è una Luce splendente di gioia e compassione. Lo stesso lo sperimenti nel Buddhafield che si crea quando più persone rimangono insieme, meglio se in silenzio, a godersi in Presenza consapevole il momento che emerge.

L’apertura di cuore significa che sei consapevole di ciò-che-è come Unità vivente. Ho osservato negli anni che basta allora veramente pochissimo perché il tuo Riconoscimento avvenga e porti la chiarezza e comprensione che ancora forse mancava che fanno dileguare il bisogno di “sognare” e di pretendere amore. La mente calma e consapevole e il cuore aperto sono i grandi alleati del tuo vivere..

*****

Sei pronto a riconoscerti?

“Chi” sei non è mai esistito. Solo Uno esiste e gioca a rimpiattino con se stesso. Rimanere rilassato, con la mente silenziosa, senza paura…. mentre la risposta fatta di puro silenzio continua ad arrivare davanti alla domanda totale “Chi sono io veramente” …Ecco aprirsi il Riconoscimento del tuo Risveglio.

Rimani “Presenza alla tua Assenza”, molla qualunque spiegazione…. Tu non sei mai esistito veramente!

E adesso, liberato dalla più potente delle illusioni,  continua ad amarti e amare la Vita, senza più compromessi.

*****
“Tutto adesso viene in aiuto alla tua mente . quando ascolti o leggi parole ispirate dalla contemplazione o altra esperienza diretta della Verità prendile come segni luminosi che indicano la “retta direzione”. Per la tua attenzione e intenzione.

Se ti risuonano, già le stai seguendo. Altrimenti aspetterai la prossima onda...”

Digambara

Leggi le raccolte di L’Oceano nella Goccia



GOCCE QUOTIDIANE (7)


L’esistenza è sempre con te e tu al suo servizio...
*

La ricerca è finita e siamo in pace.

*

L’altro, arrivato come estraneo, è un nuovo accesso a chi sei veramente...

*

Avere il coraggio-senza-sforzo di attraversare l’illusione, con la mente e il cuore aperti all’unisono..."

*

Da tutto questo, senza rompere il gioco, esci col tuo Risveglio

*

…e poi il cuore si apre e QUESTO ti inonda...

*

Quello che da allora vedi è del tutto capovolto e paradossale rispetto alla tua esperienza precedente e a quello che gli altri vedono…

*

Oggi, questa è la risposta...

*

Un punto nero o di luce è il segno che lascerai...

*

La Presenza è la voce del Silenzio. Ascolta!

*

Riconosciti in questa verità e troverai la grande risata che ti sta aspettando!

*

Ovunque tu guardi è la tua faccia che si riflette. Come puoi avere paura della tua ombra?

*

Oh la gioia di una mente tranquilla,
quando il silenzio diventa spazio!

*

Guarda questo mondo.... Riconoscersi non è solo una gioia indicibile ma un "dovere" verso gli altri

*

Tu adesso sai che Amore è agire...

*

Il dolore nel mondo è prova dell’evoluzione della mente del mondo che si sta unificando, conoscendosi attraverso la separazione

*

....quando lo diventi, c'è solo Silenzio

*

Cresce il Silenzio, mentre la Presenza parla per te e per me, ad alta voce

*

La legge dell’Amore prenda il posto della legge della sofferenza. Ben arrivata!

*

La creazione attraverso di te continua fino al definitivo ritorno a casa…

*

Tutte le dimensioni dell'Uno continuano a ricrearsi con un movimento mosso da Amore per Sé..

*

Dimenticando chi sono inizia l’illusione della libertà di scelta e anche della liberazione dall’ignoranza di sé e del Sé

*

Risvegliata la tua coscienza, tutta la vita sarà un cammino di integrazione nella Verità

*

Tu sei Luce.Tutto è Luce.

*

Abbi fiducia – la vita sa di cosa hai bisogno

*

Il cammino è appena iniziato! Ma siamo ormai in tanti compagni di viaggio…

*

Come puoi non essere amato dalla vita?

*

E’ tempo anche per te di lasciare andare, di lasciar – TI andare. Rimani presente alla tua fondamentale …assenza!

*

Tu ami già SEMPRE l’altro come te stesso! l’altro è una parte di te che torna a te come altro da te….

*

Semplicemente questo, proprio qui, proprio adesso...

*

Sei a casa, sei nell’abbraccio senza tempo…

*

Questo è raccolta d'amore...

*

L'illusione è trasformata in saggezza, ora va tutto bene…

*

A poco a poco scopri che la verità del tuo essere è INDIPENDENTE dalla tua mente...

*

Il processo di crescita, in sè illusorio,abbandona la mente solo quando la Coscienza Risvegliata è stabilmente al centro del vivere…

*

Allargandosi, la coscienza risvegliata diventa sempre più accessibile e il salto meno eccezionale e drammatico…

*

Mi fermo…mi rilasso… mi affido….mi ritrovo…

*

Liberare la tua azione, la tua vita, è necessario!".
(renderti conto che nulla deve essere liberato è il primo passo)

*

Non puoi entrare ed uscire dalla Presenza, perché non è uno stato di coscienza ma semplicemente e stabilmente chi sei veramente.

*

I tuoi passi vengono guidati da due eccellenti compagni di viaggio: Gratitudine e Compassione. E "vedrai" con gli occhi del Giusto

*

La Verità diventa la tua stella fissa, la tua guida sicura e amorevole...

*

Chi potrebbe reincarnarsi se tu non esisti come individuo separato?

*

Anche la mente spirituale è solo mente che continua ad illudersi.

*

Riconosciti in QUESTO e tutto riprende valore dal fatto che tu ci-sei, ancora e ancora...

*

Non c’è bisogno di spingere il fiume perché arrivi al mare...

*

Guarda la vita con gli occhi del Giusto!

*

Fuori da QUI, se ti trovi, ti perdi.
QUI, se ti perdi, ti trovi!

*

Non credere alla sofferenza! Il tuo modello di dolore distorce come uno specchio sporco l’immagine che hai di te stesso e come anche gli altri di conseguenza ti vedono

*

La Luce ci aspetta tutti quanti, perchè non trovarla in questa tua vita?

L’OCEANO NELLA GOCCIA (50) - Digambara



L’aumento della consapevolezza avviene come un istantaneo cambiamento di punto di vista con la conseguenza di vedersi da fuori, più oggettivamente, senza il consueto attaccamento emotivo. In parallelo significa vedere almeno in parte diversamente la realtà che ti circonda e anche il funzionamento della tua mente che la crea/giudica. Se questo salto è profondo si può realizzare un vero cambiamento del tuo “punto di assemblaggio” (Almaas) che è l’immagine profonda di io/me in cui ti sei identificato fino a questo momento.
I tre passaggi che “certificano” il cambiamento del paradigma che regge la tua vita sembrano essere: il Riconoscimento (la Via del Buddha), l’Apertura del Cuore (la Via del Cristo) e l’Accettazione Incondizionata (la Via della Perfezione)

*****

La consapevolezza cresce assieme al distacco da io/me. Molti possibili i primi segnali del lento distacco dal personaggio che preparano la mente al cambiamento: un senso di lontananza da quello che pensi, fai e dici, atteggiamenti quali autoirionia, sdrammatizzare i propri problemi, parlarsi talvolta in terza persona, saper chiedere scusa perché hai riconosciuto un altro punto di vista, aprirsi all’altro e allo sconosciuto… Insomma, quando inizi a smettere di essere ossessionato da te stesso e prenderti troppo sul serio. Sono momenti che danno il senso di poter cambiare almeno in parte il proprio rapporto con la vita, che non è tutto già scritto e predestinato.

La cosa importante è lo sblocco dal personaggio costruito e totalmente dipendente che ha occupato il centro della tua vita.

*****

Se la tua vita è anche la storia della tua consapevolezza il salto più importante è sicuramente il Riconoscimento, il momento in cui “due infinità/vacuità si fondono” : il Nulla vivente che scopri essere appena sotto la maschera del tuo personaggio e il Vuoto che è la natura di tutta la realtà, qualunque essa sia, si scoprono essere Uno, prima di qualunque forma e nome.

Questa realizzazione, se accompagnata da una forte liberazione energetica, è la svolta che mancava alla tua vita. L’esperienza della non-separazione è al centro di tutte le realizzazioni e comprensioni successive e preannuncia, quando si stabilizza, il tuo Risveglio.

In termini pratici, vedi attraverso l’illusorietà di tutto ciò che la mente considera reale: la distanza e la differenza tra me e te e gli oggetti del mondo, la linearità del tempo, il rapporto causa-effetto alla base del cambiamento.

Non solo lo vedi con chiarezza ma inizi a realizzare la possibilità di viverlo mentre la tua vita quotidiana continua, liberata dalla preoccupazione della mente di tenere tutto sotto controllo e di continuare a cambiarlo.

*****

Fino a quando credi che la mente ordinaria sia l'unico strumento a tua disposizione, la possibilità di cambiare la qualità della tua vita è molto ridotta e dipendente da quello che succede nel tuo mondo che tu lotti per cambiare..

Un giorno scopri che non c'è differenza tra la mente e il suo contenuto. Quello che vedi è quello che sei Se allora ti impegni in un lavoro di crescita di coscienza, spirituale, il cambiamento è fondamentalmente rivolto adesso su di te più che direttamente a cercare di cambiare il mondo attorno. E' un passo fondamentale ma non sufficiente e se ci sei passato sai anche come sono effimeri questi risultati.

Non (cercare di) cambiare la tua vita – cambia la tua consapevolezza e QUESTO cambia la tua vita. Questo è incominciare a guardare nella giusta direzione non genericamente verso di te ma precisamente alla fonte stessa della tua vita, del tuo mondo e di te stesso che scaturiscomo come da una fontana che continua a reinventarsi rimanendo sempre se stessa ...

*****

Quando la Presenza occupa il centro della tua consapevolezza puoi osservare emergere una direzione più chiara della spinta che la vita continua a darti. Alcuni di noi mantengono chiaro il senso di illusione di tutto ciò che viene creato e ricreato dalla mente con l’inevitabile svuotamente di senso e di importanza per la loro vita e la vita stessa. La via della trascendenza, della sublimazione, del distacco…la via tradizionale spirituale conosciuta da millenni. La liberazione del sé da sé si  stabilizza se non rimani impigliato in una secca di vita semplicemente anestetizzata, banalizzata, rinunciataria o nell’ego preda di bulimia spirituale.

Per la maggior parte di noi che ci sentiamo parte di un processo straordinario di cambiamento e vitalità. Osservi, nella tranquillità della mente, l’affiorare stesso della matrice che ha mantenuto finora in carica il tuo “passato”, il tuo carattere e personalità. E’ il processo di liberazione attraverso l’integrazione degli opposti e di tutte le energie di cui finora hai avuto paura. Il sogno si trasforma e si sblocca. La vita è nuova e ti chiede ancora di essere scoperta e vissuta, in leggerezza e gratitudine.

*****

Come ti accorgi che cambia la tua consapevolezza? E’ come essere su un ascensore trasparente all’esterno e che ha cambiato piano. Hai una visione diversa, più “alta”, comprensiva, distaccata ma anche arricchita da nuovi e diversi significati, forme di bellezza, relazioni tra le cose. Possono emergere inaspettati  livelli di realtà, senso di unità e unicità, preziosità. Quando sei “in salita” scopri ad una ad una sempre nuove dimensioni essenziali, non dipendenti da cause immediate ma aspetti di una realtà profonda. Scendendo di nuovo di consapevolezza ti trovi di fronte a nuove possibilità di inferno, forme di separazione e meccanismi di sofferenza..

Ad un certo punto, tra inaspettati alti e improvvisi bassi,  tutto si stabilizza e si fonde. La consapevolezza si scopre essere la voce della coscienza e tu ne sei il suo agente e creatore, continua perfezione vivente…

*****

La vita insegna non col tempo che passa ma con la consapevolezza che cresce.

La strada che percorri non è nel tempo ma nella consapevolezza. Se vivi una vita ripetitiva, circolare, dove tutto succede ma nulla cambia come il criceto sulla sua ruota, la vita diventa una gabbia con la tua faccia sopra..e .allora incominci a desiderare la grande fuga. Ma tu non sei qui per questo. Svegliati! Metti l’energia che hai non nel cambiare il mondo e nemmeno nel “cambiare” te stesso ma a liberare la tua consapevolezza, illuminando la tua comprensione, con l’aiuto dell’intelligenza del cuore….Riconosciti per chi sei veramente, “prima di diventare qualcuno” e ti troverai sempre in Pace.

*****

Non c’è modo per l’unica coscienza di vivere le tue esperienze se non attraverso di te. L’esistenza è sempre con te e tu al suo servizio. Il creato avviene proprio adesso attraverso il tuo respiro e il battito del tuo cuore, il pennello e i colori della creazione.

Fuori dal labirinto c’è tanto di più della tua realtà rispetto al piccolo personaggio irretito dalla vita

…e poi il cuore si apre e QUESTO ti inonda.Tutto torna vivo e tu con questo…Non c’è più nulla che manchi, nulla fuori posto, nulla di sbagliato.

L’altro, arrivato come estraneo, è un nuovo accesso a chi sei veramente

La visione si corregge da sola ogni volta che smetti di sentirti sbagliato, in ritardo e fuori posto. Gli  occhi della tua mente smettono di vedere incompletezza, separazione e diversità

Forse che “morte”non è tornare a tutto ciò che siamo ma che (adesso) non viviamo?

Tu adesso sai che AMORE E’ AGIRE. La tua azione consapevole è Amore-in-azione, amore agito

Pensa a questo la prossima volta che avrai paura della vita, pensaci bene prima di buttarti via!

E’ uscita l’ultima raccolta dell’Oceano nella Goccia: http://laclassedelrisveglio.blogspot.it/2017/06/loceano-nella-goccia-43-digambara.html



*****

Finora hai misurato la tua vita con la linea orizzontale del tempo che ti viene incontro e diventa passato nella immobilità del presente. Guarda invece la vita come continui tentativi di trasformazione del presente.

L’uomo ancora ignorante di sé stesso lo tenta cercando ossessivamente di cambiare qualcosa dentro a questa vita, queste relazioni, questa mente. QUESTO presente. Ma le carte sono sempre le stesse e il risultato fondamentalmente non può cambiare.

Col Riconoscimento della tua vera natura scopri che il cammino riflette il cambiamento della tua consapevolezza nell’eterno presente. Il valore, lo spessore del  presente cresce come un asse verticale  liberando sempre nuove visioni di sempre maggiore integrità, amore e perfezione.

Questo il vero significato della croce: l’incontro tra la visione basata sul tempo con quella illuminata dalla crescita della consapevolezza

*****

La Coscienza si specchia nella Vita. La tua vita è lo specchio della tua Coscienza o meglio della tua consapevolezza. La consapevolezza misura l’esperienza della Coscienza in sé, per sé e di sé in questa vita.

La consapevolezza adesso cresce nello spazio che la mente rilassandosi lascia libero mentre si allentano i meccanismi di reazione e giudizio. Libera da sé senza più paura per la propria “vuotezza”. Aumenta la percezione diretta ma anche distaccata e amichevole della vita.. appena ti fermi la corrente del fiume prevale e ti porta e ti appaga..vivere è allora armonia e un lungo processo di rilassamento. La consapevolezza cresce e un giorno scopri anche tu che fiore sei..

*****

Questo sembra il nostro gioco preferito: “vogliamo imparare” a volare anche se stiamo già volando!

Quando la mente non interferisce e sei consapevole, vivi in Presenza. Allora non c’è cammino, né un andare né un venire, né altro che la totalità della percezione vivente e diretta di ciò-che-è. Appena ritorna la mente, ritorna il senso del tempo e del tuo cammino, “l’evoluzione della tua coscienza” che dovrebbe riempire l’inadeguatezza del mondo della mente. La Classe del Risveglio è disegnata per aiutarti nel passaggio dal mondo della mente allo stato di Presenza – a “coltivarlo” e rimanerci

*****

la Verità mai è tanto persa come quando è cercata.  E’ vero quindi che anche il cammino nel Risveglio qui descritto nelle sue fasi principali è illusorio. Mentre la Chiarezza è nella natura stessa del Risveglio è importante, possibile e necessario fare comprendere questa illusorietà quanto più profondamente possibile alla mente del ricercatore - L’utilità del cammino e della guida è nell’aiutarti a darti occhi per riconoscere quello che è già tuo in “questo momento, in questa forma” e a insegnarti a tranquillizzarti e amarti durante la lunga attesa di quando i tuoi occhi si apriranno.

A un certo punto Godot arriva – proprio quando riesci a fermarti! Questo l’abbiamo sempre saputo ma dobbiamo “arrivarci”..

******

Ed ecco uno degli insegnamenti più importanti avuti dalla frequentazione di tanti compagni di viaggio nella Classe del Risveglio

Solo dopo il Riconoscimento, se hai una esperienza positiva, amorevole, luminosa essa ti porta a toccare una dimensione essenziale e per questo incontaminata, completa e fuori dal tempo (oltre il livello 400 nella scala di Hawkins). Questo è possibile perché l’ego non è più nutrito come prima dalla tua identificazione. In questo spazio di distacco che si è creato risplende  e trovi la nuova dimensione. Invece senza aver ancora incontrato il tuo Riconoscimento, esaurita l’esperienza positiva, rimani nei meccanismi della solita mente sia essa la valle dell’ego positivo (da 200 a 400) o negativo (sotto 200)

Dopo questa grande svolta, ogni volta che ti ritrovi nella pura Presenza i meccanismi mentali si calmano e indeboliscono e si espande un senso di leggerezza, di essere comunque amato e guidato, di perfezione… Questo il terreno dove cresce la possibilità della tua Liberazione finale.